AuraOffice Edizioni/ Autori

Dora Millaci

dora millaci

Articolista per Cronaca&Dossier

Nata nel settembre 1970 a Liegi (B) da genitori italiani, ha vissuto in diverse città, fino a quando, nel 1988, ha messo radici a Genova. La prima favola che ha letto è stata La piccola fiammiferaia. Benché la storia sia molto semplice, grazie allo stile del grande Andersen, che l'ha resa intensa, l'ha travolta tanto da farle vivere l'avventura come fosse la protagonista. Da qui è scaturita in lei la voglia di scrivere, nonostante ancora bambina, volendo però suscitare nel lettore emozioni forti. Successivamente si è appassionata alle favole di Fedro e Edipo e così, fin da piccola, si è ritrovata a scrivere storielle con la morale. Crescendo e ampliando la sua voglia di conoscere, ha divorato libri di Shakespeare, Hesse e non ultimi i gialli di Agatha Christie. La voglia, la passione di scrivere non si è mai fermata, anzi è continuata crescendo di giorno in giorno, cambiando stili, maturando fino a quando, a soli 19 anni, ha pubblicato il suo primo vero romanzo: Gli strani abitanti dell'Egmont, con il quale arriverà finalista al Premio Bancarellino nel 1992. Qualche anno prima però ancora ragazzina, accade un episodio doloroso che la segnerà profondamente nell'anima, aprendole le porte di un nuovo filone: la poesia. La scomparsa prematura del padre la travolge interiormente, facendo sgorgare, tramite le liriche, quella sofferenza, che non riesce ad esprimere in altro modo. Grazie però a questi componimenti, vincerà numerosi premi. Nel 2004 le viene diagnosticata una brutta patologia degenerativa: la sclerosi multipla, che nel giro di soli 3 anni, la porterà sulla sedia a rotelle impedendole anche di lavorare a causa della sua gravità. Dora Millaci non si è certo persa d'animo, ma con la positività e l'ottimismo che la contraddistinguono, trasformerà quella nota negativa in qualcosa di meraviglioso. Avendo ora più tempo a disposizione si butta a capofitto nella sua passione, che mai si era sopita: la scrittura. Esce così un nuovo libro: Il segreto di Itzà Takil, arrivato nella selezione Premio Bancarellino e Finalista nel premio Letterario Nazionale Un Libro Amico per l'Inverno, dopo di che comincia un filone di racconti brevi, favole e poesie, molti dei quali premiati, e presenti in svariati volumi antologici. Oltre le tante collaborazioni con riviste, tra le quali Cronaca&Dossier, attualmente è Consigliera e Coordinatrice in molte Associazioni per disabili e Culturali, poiché lei  si vede semplicemente una donna “seduta” e non un'invalida. Conduce una trasmissione radiofonica dal titolo “Radio una Voce per aiuto”, trattando inoltre, una volta al mese, una puntata speciale dedicata interamente alla poesia di autori esordienti.

Lascia un commento

I cookies vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra politica sulla Privacy